Primarie 30 aprile – La democrazia è qui

 

Immagine1.png

CHI VOTA?

Possono votare tutte le elettrici ed elettori che abbiano compiuto 16 anni. Solo per i ragazzi tra i 16 e 18 anni di età è necessario pre-registrarsi online sul sito www.primariepd2017.it entro le ore 12 di giovedì 27 aprile

QUANDO?

Domenica 30 aprile dalle ore 8 alle ore 20

DOVE VOTARE

QUATTRO CASTELLA
S
ala del Consiglio Comunale – Piazza Dante 1
Sezioni elettorali: 1, 2, 3

MONTECAVOLO
Ex Cinema Grasselli – Via F.lli Cervi 53
Sezioni elettorali: 4, 5, 6, 7, 8

PUIANELLO
Sede Pro Loco – Via Teneggi 4/1
Sezioni elettorali: 9, 10, 11

PER VOTARE

Partecipare è semplice: basta recarsi al seggio di appartenenza con Carta d’Identità e dare 2 euro di contributo  per le spese organizzative.

I CANDIDATI

 

ANDREA ORLANDO – OGGI E’ TEMPO DI UNIRE, RIPARARE, RICUCIRE

La diseguaglianza e la divisione sono le nuove questioni da porre alla democrazia del nostro Paese: in Italia stanno crescendo i divari economici, sociali e territoriali come in tutto il mondo occidentale ed il   referendum del 4 dicembre ci ha sbattuto in faccia la radiografia di quelle divisioni, così come la mancanza di soluzioni messe in campo. Le periferie, sia territoriali che sociali, hanno votato NO: i giovani hanno respinto la riforma costituzionale dal governo più giovane della storia italiana! E’ ora tempo di unire, di colmare i divari, di sanare le fratture e di riparlare dei valori della sinistra; è tempo di cercare ed ascoltare le persone che ormai non ci cercano e non ci ascoltano più. Dobbiamo ricostruire le alleanze sociali, quel centrosinistra largo, di cui un Pd forte e plurale diventi il perno, per sconfiggere la nuova destra populista e qualunquista. L’Italia è un Paese bellissimo, ma è anche un Paese che continua a soffrire di molte problematiche irrisolte: per questo il centrosinistra deve riscoprire la questione sociale, legandola allo sviluppo di un nuovo modello di società più giusto per tutti. Serve una svolta per lo sviluppo, puntando sulla scuola, sulla ricerca e su nuove forme di impiego nel lavoro, con una politica di sviluppo per le piccole e medie imprese, rilanciando gli investimenti in infrastrutture, banda ultralarga, ambiente e stato sociale. Dobbiamo avere un assillo quotidiano: creare lavoro di qualità, innanzitutto per i giovani e le donne e dobbiamo alleviare il carico fiscale per le famiglie con figli e debellare le tante sacche di povertà oggi crescenti con il reddito di inclusione e nuove forme di servizi sociali e lavorativi. “Una casa divisa non può reggere”, così come non può reggere il Paese e non può reggere il partito. Oggi è tempo di unire e riparare, di parlare con la gente e non sui social network: è tempo di ricucire. Lo faremo con il vostro sostegno.

Il comitato Quattro Castella per Orlando: Alessandra Rompianesi, Aurora Stagnini, Claudia Cirlini, Danilo Morini, Decimo Zanichelli, Dumas Iori, ElioSpaggiari, Emilio Bertolini, Giancarlo Stagnini, Iames Iori, Ivens Chiesi, Mauro Marchetti, Paolo Melioli, Serena Strozzi. Per qualsiasi informazione scrivi a: quattrocastellaperorlando@gmail.com

MICHELE EMILIANO – L’ITALIA E’ IL NOSTRO PARTITO

Cara Democratica, caro Democratico,
arriviamo a questo Congresso, che avevamo proposto fosse preceduto da una Conferenza programmatica insieme agli iscritti ed agli elettori delle Primarie, in una evidente situazione di crisi del PD. Crediamo che la candidatura di Michele Emiliano a Segretario nazionale del PD sia la più adatta e la più autorevole per riavvicinare i cittadini e gli elettori alla politica. La politica deve tornare ad essere il terreno in cui si confrontano le idee per il bene comune della collettività e non per le contese personali. Deve essere fatta da uomini che dialogano, avendo, però, come riferimento il coraggio delle proprie idee e non la loro carriera. Michele Emiliano ha iniziato la sua attività politica proprio per dedicarsi alla propria comunità, prima facendo il Sindaco della sua città, Bari – in una situazione difficile che è profondamente cambiata e migliorata con la sua gestione – e poi venendo eletto Presidente della Regione Puglia. Come candidato alla Segreteria del PD ha presentato una proposta di programma aperta alla società, che consideriamo il punto di partenza di un processo di ampia partecipazione, che ci impegniamo a sperimentare nel Paese. Ci proveremo anche in queste poche settimane che ci dividono dalle Primarie, perché siamo convinti che queste idee possano essere il nuovo motore di crescita per l’occupazione e per il rafforzamento dello Stato sociale, che possano restituire fiducia alla società italiana, accrescendo gli anticorpi democratici per respingere ogni forma di populismo, e al contempo i fenomeni destabilizzanti della corruzione, delle mafie, della criminalità. Per sostenere la candidatura di Emiliano, in ogni Federazione e in ogni circolo del PD, abbiamo bisogno di uomini e donne comuni, vecchi militanti e giovani che si avvicinano alla politica con la speranza di essere riconosciuti dalla società come un bene, non come dei parassiti, per far crescere il consenso attorno all’idea di una bella politica, che Emiliano può interpretare con idealismo e concretezza.

MATTEO RENZI – AVANTI INSIEME

La nostra dimensione deve essere il futuro: il PD è nato per cambiare questo paese. Vogliamo un partito pensante, vivo, che pratica la democrazia interna e capace di fare squadra per risolvere i problemi veri della vita delle persone. Non ci rassegniamo ad un paese che dopo il 4 Dicembre si ingessa e smette di decidere. Una democrazia paralizzata è una democrazia in pericolo. Il sistema elettorale proporzionale ci porta indietro di decenni, a dipendere dai veti dei piccoli partiti e ai caminetti dove in pochi, dopo il voto, decidono chi governa. Sogniamo un’Europa unita e solidale, che chiude la stagione degli zerovirgola e dei governi tecnici: per questo chiediamo l’elezione diretta del Presidente della Commissione. Perl’Italia abbiamo tre sfide storiche da vincere: la disuguaglianza e la povertà, la crisi demografica, il cambiamento tecnologico del lavoro. Il nostro avversario oggi sono i populismi xenofobi che avanzano in tutta Europa, che vogliono creare muri e riportare le società occidentali indietro sul fronte delle libertà, della laicità e dell’uguaglianza. Abbiamo idee forti e concrete su cui vogliamo confrontarci. Reddito di inclusione per contrastare la povertà assoluta, un intervento forte sulla non autosufficienza e redistribuire la ricchezza spostando il carico fiscale dal lavoro e l’impresa alla rendita. Nuove politiche per l’occupazione femminile: flessibilità oraria sul luogo di lavoro e dei servizi pubblici, ridurre il costo degli asili nido. Un nuovo assegno universale rivolto a tutte le famiglie con figli. Il futuro del lavoro passa dalla conoscenza. Elevare il livello della formazione e dell’istruzione è la principale leva di crescita economica e di maturazione sociale. La scuola per noi è il fulcro del futuro e serve un investimento senza precedenti per migliorare la didattica, qualificare l’edilizia scolastica e rafforzare l’alternanza scuola-lavoro. Incentivare il lavoro stabile resta il nostro faro. Proponiamo che i giovani abbiano diritto ai primi 3 anni di contratto a tempo indeterminato totalmente decontribuiti. Questo è il cambiamento su cui chiediamo il vostro sostegno, perché il PD guidato da Matteo Renzi e Maurizio Martina possa essere un forza utile, concreta e riformista alla guida del nostro paese.

Il comitato Quattro Castella per Matteo Renzi – Maurizio Martina: Andrea Ferrari, Adolfo Tognetti, Alberto Olmi, Andrea Longagnani, Andrea Tagliavini, AnnaMaria Giampietri, Cesarina Giovanna Muzzi, Cristian Birzi, Claudio Ghinoi Dante Minguzzi, Dario Castagnetti, Elena Colli, Elisa Messori, Emidio Fantuzzi, Leide Zuelli, Elisa Rinaldini, Fausto Cocconi, Francesco Vincenzi, Giacomo Bertani, Giorgio Francia, Giuseppe Rossi, Greta Fontanili, Isa Rossi, Italo Ghidoni, Leonardo Diana, Luca Spagni, Matteo Bertolini, Marco Colli, Matteo Grassi, Maurizio Torri, Mirko Olmi, Nadia Campani, Olindo Olmi, Pierflaminio Bertolini, Pier Luigi Consales, Pier Giuseppe Fontanili, Roberto Abati, Riccardo Azzimondi, Simone Diana, Tommaso Bertolini, Viller Castagnetti, Vittorio Azzimondi 

Giovedì 20 aprile 2017 | Ore 20,45 | Ex Cinema Grasselli – Montecavolo

CONFRONTO TRA I COMITATI LOCALI ORLANDO – EMILIANO – RENZI

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...