Arrivano 77Omila euro per la scuola media di Quattro Castella

«Interventi di edilizia scolastica del triennio 2015-2017: in totale, nel Reggiano, sono stati finanziati 59 interventi per 38 milioni di euro, a fronte di un importo di 41,9 milioni. La differenza è stata messa dai Comuni, e l’esaurimento delle richieste è stato pari all’87%. Ora restano altri 14 interventi, il 10%, che secondo la Provincia dovrebbero essere coperti da un ulteriore step di finanziamento con i mutui Bei». Andrea Tagliavini, oltre ad essere sindaco di Quattro Castella, è coordinatore degli enti locali Pd della provincia, e in questo veste fa il punto sull’edilizia scolastica, con particolare riguardo al suo territorio. «Nella annualità 2015 sono stati finanziati 17 interventi per 7,3 milioni di euro; nel 2016 7 opere per 2 milioni. A partire dal 2017 lo Stato ha chiesto alla Provincia di estrapolare i progetti antisismici, comprendenti anche ampliamenti e nuove strutture, e ne ha finanziati a parte 6, per 13 milioni. Infine, tra i residui progetti del piano triennale non finanziati, sono stati coperti i progetti presentati dai Comuni che avevano una valenza antisismica: 29 interventi per 18 Comuni assegnatari, alcuni enti hanno presentato più di un piano, per 17 milioni». In quest’ultimo pacchetto c’è anche la scuola media Balletti di Quattro Castella. «La somma dei due contributi ottenuti è di 770mila euro per la messa in sicurezza e la ristrutturazione del plesso; in totale il rifacimento della scuola e della palestra è pari a 1,4 milioni di euro; la struttura cambierà completamente volto. Noi stiamo concludendo il progetto esecutivo, l’ufficio tecnico regionale ci deve dare il via libera definitivo. Se il decreto esecutivo per l’erogazione di questa tranche di 29 interventi arriverà entro fine febbraio, come si presume, potremo indire la gara d’appalto e iniziare i lavori nel periodo estivo» sottolinea. Tagliavini fornisce una lettura politica di questo flusso di fondi.

5033c5cf-4a6f-416c-9346-b2e2e764eee1

«L’attenzione all’edilizia scolastica è stato un marcatore fondamentale del Pd negli ultimi anni, un impegno prioritario che è stato mantenuto dal governo. È stato assicurato quasi il 90% degli interventi segnalati dai Comuni. Nel Reggiano non sono mai arrivati così tanti soldi — commenta Tagliavini —. Ricordo, per contro, che dal 2008 al 2010 il Comune di Quattro Castella realizzò due nuove scuole elementari usufruendo di contributi statali pari a zero, perché per ben tre anni il fondo nazionale edilizia scolastica era stato azzerato. Sull’edilizia scolastica il tanto desiderato cambiamento è arrivato». Osserviamo che tutti gli edifici, vetusti e non sismici, sono da rimaneggiare e che diversi Comuni, anche in val d’Enza, sono rimasti a secco. «L’inversione di tendenza sull’edilizia scolastica la possono confermare tutti gli amministratori, non saprei perché alcuni Comuni non hanno intercettato le risorse. Ricordo però che anche per i 14 progetti esclusi c’è ancora speranza», precisa il primo cittadino di Quattro Castella e coordinatore provinciale degli enti locali del Partito democratico.

Gazzetta di Reggio, 18/01/2018

Annunci