Quattro Castella non alza la tassa dei rifiuti. In primavera al via il sistema “porta a porta”

Una buona notizia per tutti i cittadini di Quattro Castella: nel  prossimo consiglio comunale, in programma domani, la giunta proporrà all’esame e al voto dei consiglieri una delibera in materia di rifiuti che mantiene inalterata la tassa sui rifiuti (Tari) del 2018 rispetto al 2017, neutralizzando quindi l’incremento previsto dal piano tariffario approvato da Atesir. Per ottenere questo risultato, la giunta propone di destinare una quota di maggiori entrate ricevute da trasferimenti statali e dividendo Iren all’abbattimento della tassa rifiuti. Nessun aumento di Tari quindi per i castellesi.

kit-differenziata

Una notizia particolarmente gradita e di buon auspico nell’anno che vedrà il Comune castellese passare al sistema di raccolta “porta a porta” di tre frazioni (umido, indifferenziata, Giroverde). Nei prossimi mesi inizieranno le assemblee convocate sul territorio per spiegare ai cittadini le nuove modalità di raccolta già sperimentate con successo in altri Comuni della Val d’Enza e della bassa reggiana. L’obiettivo è quello fissato dalla Regione e previsto anche dal programma di mandato della maggioranza è quello di superare la quota del 70% di raccolta differenziata. È una scelta necessaria a seguito anche della decisione dei Comuni reggiani di dismettere progressivamente il conferimento in discarica e chiudere l’inceneritore di Cavazzoli. Una scelta di sistema che si distingue rispetto a quella operata in altre zone dell’Italia non ancora in grado di smaltire i propri rifiuti e di diffondere una corretta e sana cultura del riciclo dei rifiuti.

Annunci